Cori, nessuna sanzione per la Lazio



Niente di “rilevante”. I delegati della Serie A non hanno classificato come antisemiti e razzisti i cori della gara di Coppa Italia tra Lazio e Novara. Pertanto entrambe le squadre non rischiano sanzioni perché non “si sono verificate infrazioni significative”, almeno stando a quanto riportato dagli ispettori e dai referti arbitrali. Al di là della scarsa “rilevanza” dell’episodio in questione, che non può essere paragonato a quelli ben più gravi vissuti da Koulibaly e dal suo Napoli di recente, restano comunque le condanne morali, i possibili effetti penali e amministrativi attraverso la Daspo.

Intanto la Digos ha già avviato un’indagine sulla base dello studio delle immagini e dell’audio per identificare i responsabili (provenienti dalla Curva Nord) del fattaccio avvenuto tra il 29’ e il 30’ del primo tempo. I cori sembrerebbero indirizzati, uno contro i romanisti, l’altro contro i carabinieri (probabilmente per gli scontri in occasione dell’anniversario biancoceleste a Piazza della Libertà).

Galeazzi da Mara Venier: «Forza Lazio»



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *